Archivi Blog

Ultima puntata (per ora) del crossover tra Vendicazzari e Lo spazzolino del mago Zurlì.  La trilogia del Teschio Rozzo su si conclude. E finalmente il male rivela la sua vera natura. Che ne pensate? Ne vorreste vedere altri?

il teschio rozzo 3

AUTORI: Vasco Serafini

Voilà. La seconda puntata del crossover tra i vendicazzari e Lo spazzolino del mago Zurlì di Vasco Serafini, con protagonista Il Teschio Rozzo, che oggi non si vede, ma si fa decisamente sentire! Enjoy!
Il teschio rozzo 2

AUTORE: Vasco Serafini

 

Il male educato.

Il Teschio Rozzo

NOTA A MARGINE: Questa vignetta, oltre a essere il rifacimento di un grande classico vendicazzaro, presenta la particolarità di un apporto artigianale da parte nostra estremamente limitato. Di solito si tratta di montaggi, collage, rielaborazioni. Il mettere insieme i pezzi col photoshop è una forma di lavoro che dalla mescolanza di diversi elementi porta alla creazione in chiave comica di un’immagine nuova, e dunque frutto di un processo creativo effettivo. In questo caso si tratta solo di una immagina preesistente molto celebre lievemente ritoccata, filtrata e impaginata per adattarla allo scopo ultimo del progetto vendicazzaro, farvi ridere come idioti. Ma la posa è talmente perfetta e iconica che non c’era assolutamente bisogno di apportare altre modifiche. La risata scaturisce proprio da quello. Uno scontro epico sul fumetto originale acquisisce un altro colore se visto in ottica vendicazzara. Ricordo che i vendicazzari sono un progetto senza alcun fine lucrativo e non deteniamo minimamente i diritti delle immagini che usiamo per i montaggi (solo delle battutacce che gli attribuiamo), che in questo caso appartengono totalmente a chi ha realizzato il disegno e chi lo ha pubblicato per la prima volta. Per rispetto dell’artista, non abbiamo inserito altre firme all’interno del disegno, dato che appunto ci siamo limitati ad aggiungere un filtro e pochi tratti.

AUTORI: Andrea Guglielmino

Lascia un commento  Leggi il resto di questa voce

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: