Archivi Blog

VASCO SERAFINI VENDICAZZARO DEL MESE!!!

Ormai i vendicazzari sono un piccolo brand. E, sempre in piccolo, da noi si fa tutto quello che si fa nelle vere case editrici. Compresi i Crossover.  Non sapete di che parliamo? Evidentemente non siete granché lettori di fumetti, ma vi perdoniamo, perché per essere vendicazzari basta lo spirito e la voglia d’avventura. Avete presente quelle storie epocali dove Superman se le dà di santa ragione con l’Uomo Ragno? O dove Batman si ingegna oltremisura per trovare un modo di sconfiggere Hulk? E poi i due personaggi si alleano per far fronte a un nemico comune? Bene, un incontro “speciale” tra personaggi, come in questo caso, appartenenti a case editrice diverse si definisce appunto ‘crossover’, e nell’ambito dei comics, proprio perché si tratta di occasioni rare, costituisce un evento di grande rilievo. E se la pratica non è nuova ai vendicazzari, che già avevano incrociato gli scudi con il Piccioncinema del valente cartoonist Mauro ‘Manthomex’ Antonini (in costante crescita professionale e tra i membri fondatori del team vendicazzaro), oggi è Vasco Serafini, fumettista web di rilievo grazie alla sua striscia Lo spazzolino del Mago Zurlì, a trascinare i vendicazzari in una nuova avventura intrecciata. Innamoratosi del personaggio del Teschio Rozzo, protagonista di una nostra storica vignetta, ci ha chiesto di poterlo utilizzare come co-protagonista in un trittico di strip tutte da ridere, che trovate a questo link insieme alla vignetta originale. Ergo, siamo orgogliosi di annunciare che (squillo di vuvuzelas)…

Vasco Serafini vendicazzaro del mese

Nato ad Atri nell’anno in cui il punk esplose, Vasco inizia a disegnare storie a fumetti nell’autunno del 1987, folgorato dalla versione di Casablanca di Giorgio Cavazzano. Dal 13 Dicembre 2002 inizia a pubblicare fumetti online, sia strisce che (mini)serie come “Jonathan Merda”, “Alcolisti Anomali”, “Mosche da bar” (su testi di Roberto Ragone), “Drogatino & Pediatra” (su testi di Emiliano Mattioli), “Patty & Claire Undead Hunters” con Oscar Celestini e storie autoconclusive.
Nel corso degli anni collabora con la fanzine “Fame!”, l’edizione abruzzese del quotidiano “Il tempo”, il settimanale locale “Giorno & Notte”, il sito satirico “Mamma”. Nel 2004 crea la fanzine “Z – Dove l’intelligenza va a morire”.

Viva Vasco, viva il Teschio Rozzo e Vendicazzari, Uniti!!!

Annunci

Ultima puntata (per ora) del crossover tra Vendicazzari e Lo spazzolino del mago Zurlì.  La trilogia del Teschio Rozzo su si conclude. E finalmente il male rivela la sua vera natura. Che ne pensate? Ne vorreste vedere altri?

il teschio rozzo 3

AUTORI: Vasco Serafini

Voilà. La seconda puntata del crossover tra i vendicazzari e Lo spazzolino del mago Zurlì di Vasco Serafini, con protagonista Il Teschio Rozzo, che oggi non si vede, ma si fa decisamente sentire! Enjoy!
Il teschio rozzo 2

AUTORE: Vasco Serafini

 

Come Marvel e DC, anche i vendicazzari hanno i loro crossover. Questo nasce da un’idea di Vasco Serafini, che si è innamorato del personaggio del Teschio Rozzo da noi “inventato” e ha deciso di inserirlo nell’universo della sua web strip Lo spazzolino del mago Zurlì, rendendolo co-protagonista di un trittico che ci terrà compagna per tutta la settimana! Disegni e concept interamente di Serafini con supervisione e piccoli suggerimenti del direttore vendicazzaro Andrea Guglielmino. Lunga vita al Teschio Rozzo e Vendicazzari Uniti!!!

Il Teschio Rozzo 1AUTORE: Vasco Serafini

Il male educato.

Il Teschio Rozzo

NOTA A MARGINE: Questa vignetta, oltre a essere il rifacimento di un grande classico vendicazzaro, presenta la particolarità di un apporto artigianale da parte nostra estremamente limitato. Di solito si tratta di montaggi, collage, rielaborazioni. Il mettere insieme i pezzi col photoshop è una forma di lavoro che dalla mescolanza di diversi elementi porta alla creazione in chiave comica di un’immagine nuova, e dunque frutto di un processo creativo effettivo. In questo caso si tratta solo di una immagina preesistente molto celebre lievemente ritoccata, filtrata e impaginata per adattarla allo scopo ultimo del progetto vendicazzaro, farvi ridere come idioti. Ma la posa è talmente perfetta e iconica che non c’era assolutamente bisogno di apportare altre modifiche. La risata scaturisce proprio da quello. Uno scontro epico sul fumetto originale acquisisce un altro colore se visto in ottica vendicazzara. Ricordo che i vendicazzari sono un progetto senza alcun fine lucrativo e non deteniamo minimamente i diritti delle immagini che usiamo per i montaggi (solo delle battutacce che gli attribuiamo), che in questo caso appartengono totalmente a chi ha realizzato il disegno e chi lo ha pubblicato per la prima volta. Per rispetto dell’artista, non abbiamo inserito altre firme all’interno del disegno, dato che appunto ci siamo limitati ad aggiungere un filtro e pochi tratti.

AUTORI: Andrea Guglielmino

Lascia un commento  Leggi il resto di questa voce

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: